Gries, Robiei e Zött

L'impianto inizia nell'alto Vallese, dove la società  Aegina SA ha costruito ai piedi del ghiacciaio del Gries un bacino di 18 milioni di m3 e 400 m più in basso, la centrale di Alstafel.

All'altezza di Robiei gli afflussi provenienti dal Gries, dal bacino imbrifero intermedio e dalla Val Bedretto sono raccolti nei due bacini di compenso Robiei e Zött. Queste acque possono essere pompate verso il Cavagnoli oppure sfruttate nella centrale di Bavona.

 

Sambuco

L'acqua proveniente dal Sambuco, dapprima turbinata a Peccia, defluisce nell'omonimo bacino di compenso, unendosi al deflusso di Bavona e agli afflussi della zona intermedia. Da qui alimenta dapprima la centrale di Cavergno per poi defluire tramite una galleria lunga 24 km, nella quale convergono anche gli afflussi delle principali valli laterali, nel bacino di compenso di Palagnedra, nelle Centovalli. Dal bacino di Palagnedra, l'acqua raggiunge poi, attraverso una galleria sotto carico, la centrale Verbano e infine il Lago Maggiore.

   

Cavagnoli e Naret

Le acque accumulate stagionalmente nei bacini di Cavagnoli e Naret, situati nella parte alta della valle, (oltre quota 2300 msm) vengono utilizzate nella centrale di Robiei.

Oltre al normale servizio di pompaggio durante l'estate per il riempimento dei bacini e di produzione di energia durante l'inverno, questo impianto permette anche di valorizzare l'energia elettrica in esubero utilizzandola per pompare acqua nei bacini nelle ore notturne e nel fine settimana.