I costi annuali a carico degli azionisti ammontano a 70.7 mio CHF e sono quindi di circa 6.3 mio CHF o del 8.2 % inferiori a quelli dell’anno precedente.  

Per quel che concerne i costi d'esercizio sono diminuiti in modo importante di 7.7 mio CHF i costi del personale. Ciò è da ricondurre principalmente al versamento unico di 6.2 mio CHF effettuato l'anno precedente in relazione al cambiamento nella previdenza professionale dal primato delle prestazioni al primato dei contributi. Inoltre, sull'anno precedente aveva inciso l'addebito dei costi per le misure di sostegno nell'ambito del programma di prepensionamenti deciso dal Consiglio d'amministrazione, che è stato attuato nell'esercizio in esame e che ha a sua volta contribuito alla riduzione dei costi del personale. Diminuiti rispetto all'anno scorso sono pure i costi per acquisti d'energia e l'utilizzazione della rete, principalmente a seguito del minore impiego delle pompe della centrale di Robiei. Aumentati rispetto allo scorso anno sono per contro i costi per materiale e prestazioni di terzi di 0.6 mio CHF e gli ammortamenti di 1.7 mio CHF. I costi per tasse e contributi e le altre spese d'esercizio hanno fatto registrare un andamento praticamente costante rispetto all'anno precedente. Positivamente sull'evoluzione dei costi annuali rispetto all'anno precedente ha influito l'aumento dell'attivazione di prestazioni proprie di 1.6 mio CHF, sebbene ciò sia stato quasi completamente compensato da minori altri ricavi per forniture e prestazioni di 0.8 mio CHF e minori altri ricavi d'esercizio di 0.3 mio CHF. 

Sulla base del programma pluriennale di rinnovo degli impianti d’esercizio, durante l’esercizio 2017/18 sono stati effettuati investimenti in sostanza fissa materiale per complessivi 23.0 mio CHF, di cui 3.0 mio CHF concernono prestazioni effettuate dal proprio personale. Nell’anno precedente erano stati effettuati investimenti in sostanza fissa materiale per un totale di 9.0 mio CHF. 

Al Cantone Ticino sono stati versati per l'esercizio 2017/18 come nell'anno precedente canoni d’acqua per un importo di 20.4 mio CHF. Il canone corrisponde all’importo massimo previsto dalla legislazione federale di 110 CHF per chilowatt lordo. 

Nell'esercizio in esame si sono rimborsati impegni finanziari in scadenza per un importo di 20 mio CHF e si sono contratti nuovi prestiti a lungo termine per un importo di 20 mio CHF, a condizioni d'interesse sempre ancora favorevoli. Inoltre, è stata rimborsata ad Ofima una prima tranche di 2.6 mio CHF del prestito convertibile concesso a Swissgrid SA nell'ambito del trasferimento nel 2013 degli impianti della rete di trasporto. 

I costi contabilizzati per le imposte sull’utile, sul capitale ed immobiliari sono aumentati di 0.3 mio CHF rispetto all'anno precedente. I costi per imposte dirette di 5.7 mio CHF si ripartiscono per 3.6 mio sulle imposte cantonali, per 1.9 mio sulle imposte comunali e per 0.2 mio CHF sull’imposta federale diretta.